12 CONSIGLI SU COME DIVENTARE UN DISTRIBUTORE DI OLIO DI CBD

12 CONSIGLI SU COME DIVENTARE UN DISTRIBUTORE DI OLIO DI CBD

12 CONSIGLI SU COME DIVENTARE UN DISTRIBUTORE DI OLIO DI CBD

COME DIVENTARE DISTRIBUTORE DI OLIO DI CBD

Hai mai pensato di averne uno tuo Olio al CBD attività di distribuzione nel 2020? In tal caso, potresti entrare a far parte di un settore che sta prosperando a un ritmo sostenuto. Il denaro scorre abbondantemente Affari di CBD. Si prevede che l'industria raggiungerà un fatturato senza precedenti di oltre 20 miliardi di dollari nel 2020. Attualmente, il business della cannabis sta letteralmente esplodendo e ci sono molti soldi nei prodotti a base di cannabidiolo (CBD). In realtà, il Industria del CBD dovrebbe raggiungere i 21 miliardi di dollari di entrate nel 2020.

Per questo motivo, condivideremo 12 suggerimenti importanti che devi considerare per avviare la tua attività nel CBD e diventare un distributore di olio di CBD.

Distributore di petrolio Cbd
1. Fare qualche ricerca

Probabilmente hai già deciso di voler prendere parte a questo grande movimento CBD e hai grandi idee per il tuo business. Ma ora è il momento di confrontare la tua idea con un po 'di realtà. Pensi che la tua idea di business abbia potenzialmente successo? È necessario rispondere a queste domande per determinarlo.

  • I tuoi potenziali prodotti petroliferi al CBD sono qualcosa di cui le persone hanno bisogno?
  • Chi sarebbe il tuo potenziale obiettivo?
  • Quante aziende offrono attualmente gli stessi prodotti petroliferi al CBD?
  • Chi ha bisogno di loro?
  • Qual è l'elemento che distingue alcune aziende più di altre?
  • Cosa offrirebbe la tua attività che potrebbe essere diverso rispetto ad altre aziende?
2. Decidi quale tipo di attività CBD desideri impostare

Per commercializzare i prodotti CBD hai diverse opzioni:

Puoi diventare un distributore di olio CBD all'ingrosso, il che significa che acquisterai prodotti CBD all'ingrosso da uno o più produttori e produttori e diventerai il distributore o il fornitore per i più piccoli Imprese CBD o rivenditori. Per fare ciò, puoi avere una struttura fisica o puoi andare come attività online.

Puoi anche diventare un rivenditore, cioè comprerai all'ingrosso prodotti CBD dai grossisti e li venderà individualmente ai clienti per uso personale. Questo è qualcosa che puoi fare in un negozio di mattoni e malta online. È un modo più personale per diventare un CBD business perché tratterai direttamente con l'utente finale del prodotto.

E puoi persino avere il tuo marchio CBD, ovvero, se acquisti prodotti CBD white label o prodotti CBD private label, puoi rinominarli e commercializzarli con il tuo nome. Puoi vendere il tuo marchio come grossista o come rivenditore. La differenza fondamentale è che venderai prodotti CBD con etichetta bianca "così come sono", appoggia il tuo marchio sull'etichetta, mentre il marchio privato CBD sarà un prodotto creato da un produttore esclusivamente per essere commercializzato dal tuo marchio.

3. Elaborare un piano aziendale CBD solido e completo
Una volta che la tua idea di business è ben definita e hai chiaro cosa vuoi fare, è tempo di elaborare il tuo piano aziendale come la roadmap che ti porta al corretto sviluppo e crescita della tua attività.1 In generale, un piano aziendale include un riepilogo esecutivo, una descrizione della propria azienda, con la missione, la storia e la visione specificate. Devi anche includere un riepilogo delle tue ricerche di mercato, un'analisi della competitività della tua azienda, una descrizione dei tuoi prodotti e delle tue strategie di marketing, proiezioni di bilancio e finanziarie e organizzazione della tua gerarchia di gestione.
4. Dai al tuo business CBD un'identità

5. Incorporare la tua attività di CBD

La prossima cosa che farai per iniziare il tuo Affari di CBD sta decidendo il nome dell'attività. Alcune persone consigliano di non includere le parole "cannabis" o CBD, poiché il CBD non è legale ovunque, quindi i nomi di attività commerciali inclusi CBD può causare allarmi inutili in alcuni punti, specialmente nelle banche. Quindi, è meglio evitarlo se puoi.

Ciò che è consigliabile, tuttavia, è scegliere un nome che sia appiccicoso e facile da ricordare, in modo che le persone possano tenerlo a mente e sia il primo nome che viene in mente quando si pensa a CBD attività commerciale.

Una volta che la tua attività di CBD è definita e ha un nome, è tempo di diventare legale. Puoi incorporare la tua attività come LLC (società a responsabilità limitata), una società o, se sei il solo proprietario dell'azienda, puoi creare un DBA (facendo affari come). Le principali differenze tra loro sono definite dalla tassazione. Per saperne di più su di loro e su come siano simili o diversi, fai clic qui.
6. Apri un conto bancario aziendale per la tua azienda CBD

Una volta incorporata la tua attività CBD, riceverai un ID chiamato EIN (numero di identificazione del datore di lavoro) che ti consentirà di operare legalmente come società, dal punto di vista fiscale. Una volta ricevuto, andrai alla banca di tua scelta e aprirai un conto commerciale. Gli esperti raccomandano inizialmente di non menzionare la tua banca che sei nel business del CBD. Ricorda che il nome che hai scelto non ti darà via. Il problema è che molte banche considerano ancora tutte le attività legate alla canapa come "attività ad alto rischio"2.

Dopo aver impostato il tuo conto bancario, dovrai creare un conto commerciante. Un conto commerciante è come una banca3 account che consente alle aziende di accettare diversi metodi di pagamento, generalmente carte di debito o di credito. In un conto commerciante, esiste un accordo tra un beneficiario e una banca acquirente per regolare il pagamento di ogni transazione. A volte, un processore di pagamento4, un'organizzazione commerciale indipendente (ISO) o un fornitore di servizi membri (MSP) prende parte all'accordo commerciale. Se un commerciante tratta direttamente con una banca o tramite un collezionista di terze parti, un accordo commerciale vincola il commerciante a conformarsi alle normative delle associazioni delle carte di credito e di debito.

Sfortunatamente, a causa della natura stessa del settore del CBD e di tutte le aree grigie legali esistenti per quanto riguarda i prodotti della canapa, solo pochi fornitori registrano le attività del CBD su conti commerciali. Di solito, le commissioni di transazione tendono ad essere più alte della media e, occasionalmente, potrebbero esserci problemi per incassare i pagamenti, a causa della partecipazione in fondi. Poiché il panorama legale sta cambiando e si evolve continuamente per l'industria del CBD, lo è anche il settore bancario. Sebbene sia noto che molte banche hanno negato inaspettatamente il servizio alle imprese di CBD, è anche vero che pochi fornitori sono disposti a servire l'industria del CBD5.

7. Progetta l'immagine della tua attività, il tuo logo per la tua attività CBD
L'immagine è molto importante quando si sviluppa un'azienda. Molte volte, un business verrà ricordato per come appare visivamente. Ecco perché hai bisogno di un logo accattivante per la tua nuova attività di distribuzione dell'olio di CBD. Il tuo logo deve riflettere la natura e la missione della tua attività. Cerca di mantenerlo semplice ed equilibrato. Colori, font e design generale devono sommarsi per creare un impatto duraturo.
8. Progetta e costruisci il tuo sito web CBD

Successivamente, la tua attività di CBD ha bisogno di un sito Web. Assicurati che sia un sito web amichevole e completo che sia facile da navigare. Puoi costruirlo da un modello o avere un designer per farlo. L'importante è aggiungere contenuti di qualità debitamente ottimizzati, in modo da poter essere in cima alla ricerca e la tua azienda diventa visibile. Puoi anche usare soluzioni chiavi in ​​mano come CBDStartup.io che costruirà il tuo sito web gestirà la transazione e la spedizione con carta di credito.

9. Scegli con cura i tuoi fornitori di CBD
Sia che tu stia avviando un'attività di CBD all'ingrosso, al dettaglio o avviando il tuo marchio, devi assicurarti di offrire ai tuoi clienti un prodotto di alta qualità. In questo modo, non rischierai di restituire il prodotto o di richiedere rimborsi. Ciò influirà negativamente sul tuo record con il tuo processore commerciale. Quindi avere la migliore fonte di fornitura all'ingrosso, all'ingrosso, di marchi privati ​​o white label di CBD è fondamentale per guadagnare rispetto e una buona reputazione come azienda di CBD. Ricorda che l'unico reso che desideri è che i tuoi clienti tornino per acquistare più prodotti.
10. Trova una società affidabile di imballaggio e spedizione per i tuoi prodotti CBD

Se decidi di essere un grossista di CBD o un rivenditore di CBD, molti produttori avranno servizi di spedizione inclusi nei pacchetti che ti offrono. Tuttavia, se decidi di avere il tuo marchio attraverso Etichetta bianca CBD or CBD a marchio privato o se hai un negozio online, dovrai trovare una società di imballaggio e spedizione in grado di spedire i tuoi prodotti in modo appropriato e tempestivo. Naturalmente, puoi spedire i tuoi prodotti, ma evita il fastidio di farlo e lascia che un esperto lo faccia per te.

11. Sviluppa una strategia di marketing per la tua attività CBD
Un aspetto molto importante della tua attività di CBD è avere un buon marketing. Ci sono molti modi in cui puoi farlo. Tutto dipende dalla tua creatività. Alcuni esperti sostengono che dovresti fare il brainstorming su almeno 10 metodi di marketing diversi, semplici e altri più complessi. Alla fine, ti verrà in mente una strategia o una combinazione di essi che funzionano correttamente per la tua attività di CBD.
12. Lavora sui tuoi social media per la tua azienda CBD

Ultimo ma non meno importante, abbiamo i social media. Oggi molte aziende che non sono sui social media, praticamente "non esiste". Quindi assicurati che il nome e il logo dell'azienda CBD siano ovunque nel cyberworld. Le piattaforme di social media sono di per sé un ottimo strumento di marketing per la tua azienda.

Assicurati di essere almeno in tutti questi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • Youtube
  • Pinterest
  • Reddit

Avviare un'attività di CBD, come qualsiasi altra attività, è come un puzzle. Una volta che tutti i pezzi saranno riuniti, la tua attività di CBD inizierà a prosperare.


12 CONSIGLI SU COME DIVENTARE RIFERIMENTI PER UN DISTRIBUTORE DI OLIO DI CBD

  1. Wahbe, Andrea, "Come scrivere un business plan (modello): 10 passaggi, 5 suggerimenti ed esempi per guidarti", quickbooks.intuit.com, 2 agosto 2019, https://quickbooks.intuit.com/r/business-planning/business-plan-template/
  2. Branfalt, TG, "Le aziende di canapa CBD lottano con i servizi bancari", leafly.com, 12 giugno 2019, https://www.ganjapreneur.com/hemp-cbd-banking-struggle
  3. Wikipedia, "Banca", wikipedia.org, 1 maggio 2016, https://en.wikipedia.org/wiki/Bank
  4. Wikipedia, "Processore di pagamento", wikipedia.org, 1 aprile 2009, https://en.wikipedia.org/wiki/Payment_processor
  5. Parker, Phillip, "I migliori account commercianti per CBD", cardpaymentoptions.com, 1 febbraio 2020, https://www.cardpaymentoptions.com/credit-card-processing/best-cbd/