ESTRAZIONE E PURIFICAZIONE DEL CBD

ESTRAZIONE E PURIFICAZIONE DEL CBD

ESTRAZIONE E PURIFICAZIONE DEL CBD


Il nostro processo di estrazione e purificazione proprietario si svolge nel nostro impianto di estrazione all'avanguardia situato in Colorado. La nostra esclusiva tecnologia di estrazione della cromofotografia consente alti livelli di fitocannabinoidi, eliminando quantità indesiderate di THC e clorofilla. Per raggiungere questo obiettivo, utilizziamo una tecnica cromatografica che consente l'identificazione e la completa rimozione delle tracce di THC presenti in natura dall'olio, lasciando intatto il profilo completo dello spettro di fitocannabinoidi non psicoattivi e composti sinergici come il cannabidiolo (CBD) , Cannabigerol (CBG), Cannabinol CBN), Cannabichromene (CBC) e una serie di terpeni naturalmente conservati.

Utilizziamo un rigoroso sistema di test. La cromatografia in loco e i test batch di terze parti garantiscono livelli precisi di fitocannabinoidi e confermano l'assenza di THC attraverso i nostri processi proprietari. Il risultato finale è la VERA di massima qualità Canapa a spettro completoestratto di olio ricco di fitocannabinoidi (PCR) che non contiene solventi, metalli pesanti e pesticidi.


Immagine

DISTILLAZIONE ALL'ESTRATTO DI OLIO DI CANAPA
I distillati di olio di cannabis sono probabilmente il futuro dei concentrati di cannabis. Con una purezza senza pari e una versatilità assoluta, gli oli distillati forniscono un prodotto pulito e potente con un potenziale applicativo illimitato.

Quando si tratta di creare un distillato di CBD, i cannabinoidi, i terpeni e i flavonoidi vengono estratti dal materiale vegetativo della pianta di cannabis insieme attraverso vari processi di estrazione. Per distillare questi composti nella loro forma più pura, è necessario eseguire ulteriori strati di rifinitura. Questo processo è noto come "frazionario" o "distillazione a percorso breve". Questi processi possono produrre oli composti singoli che possono raggiungere il 99% di purezza.

Al fine di isolare composti come il CBD in un olio puro e viscoso, ci devono essere più strati di raffinamento. Dato che il THC così come altri cannabinoidi e terpeni sono volatili e hanno diversi punti di ebollizione, devono prima essere separati dalla pianta di cannabis tramite tecniche di estrazione a base di idrocarburi o CO2 a base di solventi. Questo processo rimuove i composti preziosi e volatili dalla pianta stessa, mentre rimangono molti lipidi e altri composti. Ciò richiede un ulteriore raffinamento attraverso un processo chiamato winterization, in base al quale viene utilizzato un solvente come l'etanolo per rimuovere questi composti indesiderati.

Oltre all'inverno, anche i cannabinoidi isolati devono essere sottoposti a decarbossilazione, con la quale i composti sono sufficientemente riscaldati per attivare il loro potenziale medicinale. Infine, il materiale viene fatto passare attraverso una breve distillazione a vapore o una razionale camera di distillazione in una serie di passaggi multipli per purificare il CBD al suo stato isolato.

Vengono seguiti test rigorosi e frequenti di terze parti per garantire che gli attributi critici di gusto, colore, potenza e purezza soddisfino costantemente le specifiche di controllo qualità per la realizzazione di prodotti finiti ricchi di fitocannabionidi.

LE BASI DELLA CROMATOGRAFIA
All'inizio del 1900, un botanico russo di nome Mikhail Tswett si interessò ai singoli composti chimici nelle piante. Ha osservato che la miscelazione di estratti di materiale vegetale macinato con solventi diversi produceva soluzioni di colore diverso. Uno dei suoi esperimenti riguardava il versamento di un estratto di pianta attraverso un tubo di vetro pieno di carbonato di calcio in polvere. Mentre il liquido attraversava la polvere solida, apparivano strisce di colore. Questi erano i singoli composti, separati l'uno dall'altro dall'interazione del solido (che è rimasto fisso nel tubo) e dell'estratto liquido (che scorreva attraverso il tubo e fuori dall'altra estremità). Tswett aveva inventato la scienza della cromatografia, appropriatamente intitolata a una parola che derivava dalle parole greche per colore (croma) e scrittura (graphe).

Da allora, la cromatografia è diventata una pietra miliare della scienza della separazione delle molecole. Questo ramo unico della chimica è dedicato esclusivamente alla separazione delle singole molecole dalla vasta gamma di formule multicomponente della Natura. Esistono due categorie principali di cromatografia: analitica e preparativa.

Il lavoro analitico (che può essere utilizzato in un laboratorio ambientale per la ricerca di inquinanti) utilizza campioni di piccole dimensioni e l'obiettivo è quello di separare i composti per identificarli. Il lavoro preparatorio (che viene utilizzato nell'industria farmaceutica / degli integratori) utilizza grandi quantità di campioni e raccoglie i risultati alla rinfusa. Lo scopo dei metodi di cromatografia specifici e proprietari che Global Cannabinoids ha individuato è quello di rimuovere tutte le forme di THC, clorofilla e lipidi e composti vegetali non obbligatori dal nostro prodotto commerciale finale.

La capacità unica di identificare, isolare ed estrarre singoli composti dalla Cannabis sativa L è un componente fondamentale per lo sviluppo di prodotti commerciali fi niti derivati ​​dalla canapa legalmente conformi. La profondità dell'esperienza e dei processi proprietari che Global Cannbinoids ha sviluppato fino ad oggi sono decisamente unici nel settore e offrono ai nostri clienti un vantaggio competitivo che nessun altro fornitore è in grado di portare sul tavolo. Siamo in grado di fornire costantemente un VERO spettro completo, ampio spettro zero THC o formula a base di isolato di CBD puro per soddisfare le vostre esigenze uniche.